MicroAvventure.it
Questa è la "pagina di servizio" della Campagna Sicurezza. È a disposizione di tutti, a patto di non apportarvi modifiche non autorizzate. Linkatela o inseritela direttamente nel vostro Web!
Curatore: Gennaro Di Bisceglie
Supervisori: Salvatore Schillaci, Paolo Cappelletti, Alessandro Salvadori
MicroAvventure.it 

La presente pagina è a disposizione di tutti coloro che gradiscono aderire alla Iniziativa o vogliono informazioni si di essa. Qui troverete la effige originale, l'elenco dei "responsabili regionali" preposti alla distribuzione, alcuni consigli sul modus operandi, nonché cenni su come essa è nata.

Campagna sicurezza boe segnasub Clicca per ingrandire il logo







Servizio televisivo de Le Iene sulle boe segnasub!
30 settembre 2008




Nella puntata del 21 luglio sarebbe dovuto andare in onda un breve servizio riguardante la nostra Campagna Sicurezza. Questo almeno stando a quanto comunicato dalla Sig.ra Cristina Erbetta, addetta alla realizzazione della trasmissione, a Luca Carroni, uno dei ragazzi che, agli inizi del mese, avevano prestato la propria collaborazione per la realizzazione del pezzo.
Tuttavia, alla fine il servizio non è andato in onda. Ma del resto, lo sappiamo: le trasmissioni RAI hanno ben altre priorità.

LineaBlu, RAI 1




  Già si cominciano a vedere in giro i primi autadesivi della "Campagna Sicurezza 2005 - 2006 - 2007". Questo logo, di dimensioni notevoli (20x30 cm. circa), lanciato "ufficialmente" durante l'ultimo Salone Nautico '05 di Genova, dovrebbe vedere la sua collocazione nei punti in cui maggiore è la presenza di utenti dei mezzi nautici da diporto: categoria che costituisce il target di questa iniziativa volta a sensibilizzare il grande pubblico verso il significato del segnale che la Boa segnasub sostiene e costituisce.

Clicca per ingrandire il logo

L'indirizzo Internet di questa pagina, semplificato, è

microavventure.it/cs
oppure
microavventure.it/campagnasicurezza

Chi volesse partecipare alla Iniziativa offrendo la propria disponibilità per la collocazione degli autadesivi e per la identificazione dei punti in cui farlo, può contattare il "responsabile" della Regione in cui pensa di poter essere utile. Questo al fine di coordinare gli sforzi sostenuti dai partecipanti area per area, in modo da non accavallarsi e soprattutto da non incorrere in problemi che potrebbero rovinare lo spirito della Iniziativa.

  In questa fase è già stato stampato il primo lotto di adesivi, per cui al momento la raccolta volontaria dei contributi economici è sospesa. Occorre ora raccogliere le adesioni di chi vuol aiutare a collocare nei punti giusti gli adesivi disponibili già in possesso dei "responsabili" regionali e agli altri aderenti alla Iniziativa.



  I "responsabili" di regione della Campagna Sicurezza con le rispettive e-mail tramite cui è possibile contattarli
  • Lombardia: Eros Costato eroscostato.it
  • Liguria: Piero Carrera pierocarreratiscalinet.it
  • Liguria (aiuto): Matteo Romano matteostudioromano.org
  • Emiliaromagna, Marche, Veneto, Friuli: Michele Rubbini michele.rubbinilibero.it
  • Sardegna (Nuoro-Sassari): Antonello Cossu cossusar.sardegna.it
  • Sardegna (Cagliari-Oristano): Paolo D'Andrea gufoxtiscali.it
  • Toscana: Stefano Bianchi saragoneemail.it
  • Lazio: Massimo Profeti profeti_mcamera.it
  • Campania: Stefano Bonavolontà stefano.bonavolontatin.it
  • Basilicata, Calabria, Campania (prov. di Salerno): Gennaro Di Bisceglie gennarodibsyahoo.it
  • Puglia, Molise, Abruzzi: Gianni Cassese parcherlive.it
  • Sicilia: Salvo Di Fede crokkytin.it
Per motivi legati a esigenze "anti-SPAMing" non è possibile prendere gli indirizzi e-mail di questa pagina con il classico copia-incolla, per cui sarà opportuno ricopiarli manualmente.



Inviateci le foto degli adesivi che vedete in giro!  

  Stiamo raccogliendo immagini riguardanti gli autadesivi della Campagna Sicurezza e la loro ubicazione. Se ne hai collocato qualcuno, o se ne vedi in giro, inviacene le foto digitali a questa e-mail: gennarodibsyahoo.it.
  Insieme alle immagini facci avere anche qualche informazione sul luogo e la data della affissione, o della ripresa fotografica, nonché, se gradisci, qualche considerazione personale.

Napoli
Una Smart in giro per Napoli!



Maratea
Questi i primi autadesivi collocati già da tempo al porto di Maratea.
Farlo con tanto anticipo rispetto alla primavera, periodo in cui la Campagna ha il suo naturale
incremento, comunque ha costituito una esperienza utile a definire il miglior modo di operare


Con la primavera la Campagna Sicurezza sta avendo il suo naturale incremento, e cominciano a giungere nuove immagini delle affissioni

Taranto
Claudia Fidanzi e Pierluigi Morizio ai moli di Taranto



gommoniegommonauti.it
Il sito "gommoniegommonauti.it" offre ampio spazio alla nostra iniziativa



Marina di Ravenna
Notevole il lavoro di Nicola Bazzi a Marina di Ravenna



Marina di Ravenna
Ad Agropoli abbiamo coperto praticamente tutti i moli, con la spontanea collaborazione degli stessi addetti



Salerno
A Salerno abbiamo raggiunto tutti i pontili e gli ormeggi dei clubs nautici e privati. Inoltre abbiamo
riscontrato una grande disponibilità da parte del comandante della locale Capitaneria, c.v.
Oreste Pallotta, che ha provveduto direttamente a far collocare alcuni loghi tra gli ormeggi dei diportisti



Piombino/Salivoli
Enrico Racozzi e Alessandro Salvadori a Piombino/Salivoli



Acciaroli
Ad Acciaroli il comandante della locale Capitaneria, capo di 1^ cl. np. Roberto Pagnozzi, ha provveduto personalmente
a far collocare i loghi in cima ai moletti, riservandosi di fare altrettanto anche nei due altri porticcioli di sua competenza



Cetraro
I moli di Cetraro attualmente non presentano strutture adatte alla collocazione del logo, per cui abbiamo sfruttato i punti di passaggio obbligati



Santa Maria di Leuca
Ottimo lavoro di Giovanni Coppola a Santa Maria di Leuca



Santa Marinella
A Santa Marinella, Massimo Profeti si è rivolto direttamente alla direzione del porto, ottenendone la più ampia disponibilità



Civitavecchia
A Civitavecchia, Massimo Profeti ha presentato il logo al comandante della locale Capitaneria, c.v. Antonio Basile, in occasione di
una dimostrazione sulle procedure di soccorso in mare da parte dei volontari della Misericordia, tenutasi presso la Lega Navale



Sapri
A Sapri, il titolare di un ormeggio ci ha invitato a collocare un pannello con il logo proprio nel punto di passaggio obbligato verso i moli



gommonauti.it
Il sito "gommonauti.it" ci ha collocato di propria iniziativa in homePage




  Cenni storici: come è nata la Campagna Sicurezza

Una delle principali preoccupazioni del moderno pescatore subacqueo è costituita dal crescente numero di natanti che circolano per i nostri mari. Crescita cui però non corrisponde una migliore osservanza di quelle che sono le regole di sicurezza in mare, come invece sarebbe necessario! E i motivi di ciò sono due: il fatto che per pilotare una imbarcazione con motore inferiore ai 40 cv. di potenza non ci vuole una patente nautica (per cui la maggior parte dei diportisti non ha la minima conoscenza delle norme sulla conduzione nautica!), e il fatto che, nonostante una istruzione teorica obbligatoria, molti diportisti patente-muniti comunque non conoscono il segnale costituito dalla bandiera segna-sub, o non ci fanno assolutamente caso. Da qui l'esigenza di una iniziativa forte e finalmente efficace.

Il portale italiano della pesca subacquea Prendendo spunto da una simile campagna di sensibilizzazione già condotta dal DAN Europe, verso la fine del 2004 fu lanciata sulla Mailing List "PESCASUB", ad opera del promotore Salvatore Schillaci "Skillo", l'idea di creare un logo da stampare su supporti adesivi di grande formato affinché potessero essere attaccati nei punti di maggiore visibilità per il pubblico dei diportisti nautici.
Lanciata la proposta, sulla stessa ML furono raccolte e presentate 4 bozze di disegno, poi "ufficialmente" inoltrate anche su alcuni forum perché se ne scegliesse una per mezzo di un giudizio popolare.
Quella prescelta, di Paolo Cappelletti "PickUp", poi passò sotto le mani di un piccolo team, in cui era anche Gennaro Di Bisceglie "Bandito" (redattore della presente pagina) che, modificandola e ottimizzandola, alla fine trasse il disegno definitivo.
A questo punto fu presentata la richiesta di finanziamento dell'iniziativa per mezzo dell'adesione volontaria di chiunque avesse voluto liberamente partecipare. Gran parte delle adesioni si ebbero già durante l'EUDI Show a Genova, nel marzo 2005.
Mentre si provvedeva alla stampa dell'autadesivo, intanto si andava delineando, tra i volontari che avevano aderito, una sorta di "rete di responsabili" che, uno per ogni Regione costiera, avrebbero preso le funzioni di referenti e coordinatori sia per lo smistamento e distribuzione del materiale, sia per il coordinamento tra i volontari delle zone loro assegnate, al fine di contenere i costi di spedizione e ottimizzare la diffusione del logo, evitando accavallamenti, sprechi, e soprattutto una inflazione che rischierebbe di rendere l'iniziativa "antipatica" agli occhi del pubblico.

Nel novembre 2005 il logo è ormai pervenuto a quasi tutti i "responsabili regionali". E rimane da sottolineare solo un'altra cosa, per meglio esprimere il significato di questa iniziativa: che la distribuzione dei loghi non avviene in base alle singole adesioni, bensì in base al tratto di costa da "coprire".




  Modus operandi della Campagna Sicurezza: L'OGGETTO

L'autoadesivo della Campagna Sicurezza non è uno stemma di riconoscimento tra sub, bensì un logo che sensibilizzi gli utenti delle imbarcazioni sul significato e l'importanza della boa segna-sub. La sua finalità è quindi di raggiungere ed essere notato dal maggior numero possibile di utilizzatori di natanti nautici, ed ogni singolo esemplare, magari collocato in un punto di buona visibilità, potrebbe evitare un incidente in mare.


  M. O: I "RESPONSABILI REGIONALI"

I "responsabili regionali" hanno per prima cosa la funzione di distribuire parte degli autoadesivi a coloro che hanno contribuito finanziariamente alla Iniziativa appartenenti alla rispettiva Regione.
Poi hanno il compito di organizzare l'affissione secondo la disponibilità degli aderenti, avvalendosi a loro completa discrezione anche di chi si rendesse disponibile pur non avendo partecipato economicamente.


  M. O: DOVE

- Uffici delle Capitanerie e bacheche di avviso ai diportisti.
- Ingresso di tutti i moli, sia dei porti turistici che degli ormeggi "volanti" (sarebbe proprio il punto ideale).
- Distributori di carburante all'interno e nei dintorni dei porti.
- Negozi di nautica, accessori e ricambi nautici.
- Rimessaggi estivi e invernali.
- Officine meccaniche marine.
- Bar e negozi all'interno dei porti turistici.
- ...Praticamente in tutti i punti frequentati dai diportisti "appiedati".

Se avete suggerimenti, fateceli pervenire: Gennaro Di Bisceglie => gennarodibsyahoo.it


  M. O: COME

Come ben sapete, il buon nome della nostra categoria troppe volte subisce la "generalizzazione" che comportamenti di persone tutt'altro che civili producono. Quindi per procedere in una iniziativa appartenente in modo quasi esclusivo alla classe dei pescatori subacquei, sarà necessario adoperare il buon senso e la buona educazione. Il "premio" sarà alto: essere accolti bene ovunque.

Quanto segue sono soltanto suggerimenti a cui si può scegliere o meno di attenersi: starà alla vostra personale discrezione. Tuttavia le procedure che illustriamo sono frutto delle prime esperienze già maturate in questa operazione.

1 - "Presentare l'iniziativa". Il primo approccio è sempre il più importante: presentarsi con un appuntamento alla Capitaneria di porto locale, o alla direzione della cooperativa che gestisce il porto su cui avete intenzione di operare, può essere una ottima idea, in quanto questo è sinonimo di serietà.
Nel caso del Comandante del porto, dopo avergli presentato la cosa, gli si potrà anche chiedere un aiuto o un suggerimento: potrebbe dirci qualcosa di utile, o magari parlarne a chi potrebbe esserci utile. E presentarci prima a lui, nel caso di un porto turistico, sarebbe molto corretto e soprattutto ci darebbe credito verso altre persone coinvolgibili in loco.
Nel caso di semplici negozi, o distributori di benzina, o attività del genere, naturalmente saranno inutili certi formalismi, e starà a voi scegliere il modo migliore di fare. Tuttavia, nelle attività commerciali non si potrà certo pretendere che il logo venga esposto in modo troppo evidente!

2 - "Alcune accortezze". Da quel che abbiamo già potuto vedere, nel presentarci potrebbero tornare utili alcune cose:
- la copia di PESCASUB di novembre '05 o un altro numero in cui si illustri, o appaia, il logo della Campagna Sicurezza;
- la macchina fotografica, con cui illustrare la apposizione dell'autoadesivo: foto che potrete poi inviarci per costituire un piccolo archivio, o per l'aggiornamento della presente pagina;
- ricordare l'indirizzo Internet ("URL") della presente pagina, creata anche a questo scopo in quanto, trovandoci a spiegare come l'iniziativa sia nata in Rete, poi ci è stato richiesto di poterne visionare un sito di riferimento! E infatti proprio a questo scopo la presente pagina è stata dotata di due indirizzi semplificati e facili da ricordare: microavventure.it/campagnasicurezza oppure microavventure.it/cs

3 - "Argomenti per illustrare l'iniziativa". Gli argomenti da toccare per illustrare l'iniziativa sono pochi e semplici:
- l'iniziativa, ideata e sostenuta da volontari in seguito ai tanti incidenti che si verificano ogni anno;
- la conseguente necessità di sensibilizzare un pubblico a cui non è imposta una patente nautica (imbarcazioni con motori sotto i 40 cv di potenza), e l'ignoranza di tanti che, pur avendola, non rispettano o non sanno cosa sia una boa segna-sub.
- La gratuità e il volontariato di tale iniziativa, svolta a livello nazionale, appoggiata dai siti Internet e dai giornali di settore.
- Il "lancio" ufficiale che si è avuto al Salone nautico di Genova 2005.
- L'assoluta assenza di costi per chi accettasse semplicemente di esporre gli adesivi.
- Il fatto che siamo lì apposta per applicarli subito e con le nostre mani (e fotografarli).

4 - "Punti esatti in cui applicare gli autoadesivi". Come abbiamo già accennato, è inutile, se non controproducente, esporre troppi adesivi in uno stesso luogo. E tuttavia è importante collocarli lì dove più è probabile il passaggio di proprietari o utenti di natanti. Quindi servirà scegliere bene il punto nonché la collocazione precisa, magari ad altezza d'occhio. In questo ci potrà venire in aiuto il buon comportamento che avremo tenuto presentandoci: facilmente avremo piena libertà di azione, o ci suggeriranno stesso gli addetti al porto i punti migliori alla visibilità.
Diversamente, ovvero nel caso ci imponessero di attaccarlo in un punto defilato o poco visibile, non potremo certo permetterci di rifiutarci del tutto! Converrà fare buon viso a cattivo gioco, riservandoci semmai di collocarlo un po' meglio alla prima occasione utile.
In questo, comunque, potrà aiutarci la nostra macchina fotografica. La sua presenza potrà servirci a evidenziare come "certi posti" siano poco visibili, al punto da non rendere la giusta idea nella foto e non permettendo che si riprenda l'immagine da mettere su Internet.
Nel caso di attività commerciali, invece, dovremo far decidere liberamente al titolare della attività, in quanto un negozio ha esigenze molto particolari, a cui ci toccherà senz'altro sottostare.



Vuoi scaricare o inserire nel tuo sito il logo della "Campagna Sicurezza"?
Qui lo trovi in 3 diverse dimensioni: puoi prenderlo o richiamarlo direttamente nella tua webPage.


http://microavventure.it/cs/boa-mm.gif (100x157)

http://microavventure.it/cs/boa-m.gif (250x392)

http://microavventure.it/cs/boa.gif (500x785)





Curatore responsabile della presente pagina, fintanto che essa provenga inalterata dal sito-sorgente MicroAvventure.it, è:

  • Gennaro Di Bisceglie MicroAvventure.it

    Supervisori:

  • Salvatore Schillaci
  • Paolo Cappelletti
  • Alessandro Salvadori

  • Home